Trekking tour in Puglia

Vieste - Peschici - Monte Sant’Angelo - Parco Nazionale del Gargano

Trekking tour in Puglia

Descrizione

Per gli amanti della Puglia e del trekking, ecco un imperdibile tour per ammirare i paesaggi più belli della costa pugliese. Un itinerario trekking suggestivo e affascinante che attraverso antichi sentieri naturali, vi condurrà dalle zone costiere alle contrade più interne, nel cuore del Gargano e della foresta Umbra.

Primo giorno
Arrivo sul Gargano

Arrivo all’aeroporto di Bari Palese e transfer in struttura a 5* con trattamento di HB sulla bellissima costa tra Mattinata e Vieste. L’hotel è situato a pochi metri dal mare del Gargano, in una delle baie più esclusive d’Italia, rinomata per i suoi suggestivi Faraglioni. L’ascensore dell’hotel, scavato nella roccia, dà libero accesso all’incantevole baia, situata tra le altissime scogliere e riservata agli ospiti dell’hotel. Incontro con la guida e cena di benvenuto in hotel.

Arrivo sul Gargano
Secondo giorno
Trekking nella Foresta Umbra

Colazione e partenza per Vergone del Lupo, località situata nella parte meridionale della Foresta Umbra, nel Parco Nazionale del Gargano. Da Vergone del Lupo partirà un itinerario di trekking verso Montesacro lungo 13,2 km, attraverso il variegato ambiente naturale, noto per i suoi paesaggi caratteristici. Una parte dell’itinerario ripercorre la vecchia strada del bestiame utilizzata dai pellegrini Micaelici di Vieste che ogni anno fanno un pellegrinaggio notturno alla grotta dell’Arcangelo Michele. Monte Sacro è noto per le rovine dell’abbazia benedettina “SS. Trinità”, risalente all’XI secolo.  Le imponenti rovine dell’abbazia si estendono una superficie di 6.500 metri quadrati, nascoste dalla fitta vegetazione. Dopo 6 ore di passeggiata in questi posti meravigliosi, è il momento di pranzare in un agriturismo di Montesacro, gustando prodotti tipici locali. A seguire transfer in hotel e serata libera.

Trekking nella Foresta Umbra
Terzo giorno
Baia dei Campi e la costa del Gargano

Colazione e partenza per Baia dei Campi, per un itinerario di 13,2 km lungo le splendide baie della costa. I bellissimi ricami delle rocce che costeggiano la costa del Gargano danno vita a baie uniche; le scogliere altissime e ricoperte di rigogliosa vegetazione circondano le spiagge dorate, arricchendole con i colori e i sapori del Mediterraneo. Le vaste pinete di Pino d’Aleppo e Macchia Mediterranea colonizzano l’intera zona, regalando magnifici effetti cromatici sia durante la primavera, con boccioli di lentisco e fillirea, sia durante l’autunno, con la fioritura dell’Erica e i colori delle bacche di mastice e fillirea. La spiaggia di Baia di Campi è davvero pittoresca: protetta dalla Roccia di Campi, è interamente circondata da foreste di pino e coltivazioni di ulivi secolari. Questa baia è collocata tra L’Architiello (simbolo caratteristico della costa di Vieste) e l’alta scogliera sormontata da una torre di avvistamento. Meravigliosa è anche la spiaggia di Portogreco, tutta ricoperta da ciottoli calcarei e racchiusa da due splendidi promontori. Dopo l’itinerario andremo a degustare dell’ottimo pesce fresco in un ristorane di Vieste, una delle cittadine più caratteristiche del Gargano, e dopo pranzo andremo nel centro della città per visitare il centro storico di Vieste. Transfer in hotel e serata libera.

Baia dei Campi e la costa del Gargano
Quarto giorno
Riserva di Sfilzi e Isole Tremiti

Colazione e transfer verso la magica riserva di Sfilzi, nella Foresta Umbra, per un tour di 9 km long per un totale di 4 ore. Questa rotta percorre interamente la Foresta Umbra, partendo da Caritate, un antico rifugio per cacciatori ormai abbandonato. Camminerete sul sentiero che abbraccia la riserva integrale degli Sfilzi naturali, caratterizzata da boschi che lasciano il posto a maestose foreste di faggi a quote più elevate. A metà dell’itinerario uno stretto sentiero ci condurrà alla sorgente Sfilzi, l’unica fonte permanente del Gargano, caratteristica per la sua particolare costruzione e attribuita alla potente abbazia benedettina delle Tremiti, e alla presenza del Tritone Italico (Triturus italicus). Proseguiremo verso l’ex Caserma Sfilzi, attualmente adibita ad ostello e piccolo ristorante, dove consumeremo un delizioso pranzo. Transfer in hotel e serata libera.

Riserva di Sfilzi e Isole Tremiti
Quinto giorno
Tra i trabucchi di Peschici

Colazione e trasferimento sulla splendida costa tra Vieste e Peschici. Questo tour durerà 4 ore e sarà lungo 9,5 km. La proposta di questo itinerario di trekking mira a valorizzare alcuni elementi tipici dell’affascinante costa del Gargano: le torri di avvistamento, le scogliere rocciose, le grotte marine e le baie, la ricca vegetazione mediterranea. Per decisione del viceré di Napoli, don Pietro di Toledo, lungo la costa del Sud Italia fu costruita una serie di piccoli forti e torri di avvistamento per difendere il territorio. La presenza di un tale sistema divenne particolarmente utile per prevenire e combattere i turchi. La costa tra Vieste e Peschici è caratterizzata dalla presenza dei trabucchi, potenti macchine da pesca che arrivavano fino al mare. Secondo alcuni storici locali l’origine di questo importante sistema di pesca risale al tempo dei Fenici ed è ancora in uso nel nostro paese. Pranzeremo in un bel ristorante di fronte al mare, mangeremo pesce fresco e ammireremo il meraviglioso paesaggio da un vero e proprio trabucco. Transfer in hotel e serata libera.

Tra i trabucchi di Peschici
Sesto giorno
Monte Sant’Angelo, Patrimonio dell’UNESCO

Colazione e trasferimento a Monte Sant’Angelo, per iniziare un tour di 9,5 km volto a scoprire l’area naturale che circonda il magico sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco, per un totale di 6 ore. Lungo le pendici del Monte Sant’Angelo, giù fino al mare Adriatico, corre una delle più antiche ippovie esistenti, percorse incessantemente dai pellegrini Micaelici che erano abituati a visitare la Grotta dell’Arcangelo Michele fin dalla fine del V secolo. Interpretando la lingua gotica, la “Valle Scannamugliéra” significa salita forte e grande. Nei lunghi tratti del sentiero ci sono delle scalinate, costruite da contadini, pastori e devoti per facilitare la salita. La frequentazione di questo percorso da parte dei pellegrini Micaelici ha determinato ne ha determinato il nome: “Scala Santa”. L’intero percorso è breve, molto panoramico, e attraversa uno dei paesaggi rocciosi più interessanti del Gargano, modellato dall’attività secolare dell’uomo. Lungo la strada si trovano terrazze in buone condizioni, vecchi pozzi di argilla, piccole stanze scavate nella roccia, tombe e insediamenti rupestri. Tra questi ultimi, la più interessante è la chiesa di roccia “Tutti i Santi”, scavata nella roccia sulla dorsale destra della Valle Scannamugliéra. Nel IX secolo attorno alla chiesa gli abitanti della pianura sottostante diedero vita ad un agglomerato civile. Infatti, tutto intorno si possono notare le abitazioni scolpite nella roccia. Da questo punto è possibile ammirare le profonde vallate che scendono dalle montagne al mare. Alcune aree hanno avuto un rimboschimento di conifere e una vasta macchia mediterranea. Si può godere di una vista ampia e suggestiva che abbraccia il Golfo di Manfredonia, il Tavoliere e gran parte del subappennino Dauno. In tutte le aree circostanti si possono apprezzare le opere ingegnose per il controllo dell’acqua e dei terrazzamenti realizzati dagli agricoltori impegnati nell’agricoltura di sussistenza. Dopo il pranzo in un tipico agriturismo pugliese, visiteremo il Santuario di Monte Sant’Angelo del Gargano, un santuario cattolico molto famoso. Trasferimento in hotel e serata libera.

Monte Sant’Angelo, Patrimonio dell’UNESCO
Settimo giorno
Boschi del Gargano e necropoli antiche

Colazione e trasferimento a Torre di Sagro, un sobborgo di Vieste. Oggi il tour avrà una durata di 6 ore, per un totale di 14,7 km. Si camminerà inizialmente tra querce e vecchi casolari, osservando gli antichi manufatti dell’uomo che un tempo viveva in questi luoghi. Il percorso scendendo verso Vieste è sempre molto panoramico, con ampie vedute del mare e dei paesaggi collinari, caratterizzati da diverse specie della macchia mediterranea. Questo itinerario, che si sviluppa in una splendida atmosfera, ci offre una panoramica degli incantevoli paesaggi naturali del Gargano, comprese le zone costiere e le zone interne delle Contrade, poste a varie altitudini sopra il livello del mare. Cammineremo in una atmosfera suggestiva, su lastre di pietra calcarea, coltivazioni di ulivi, boschi misti e visiteremo un’estesa necropoli risalente all’ età Dauna (VI-III sec. A.C.), la quale suggerisce la presenza di un piccolo villaggio in cui vivevano i pastori Dauni. I resti dei reperti funebri, scoperti quasi per caso in una tomba, testimoniano la povertà della popolazione di questo abitato. Durante il pranzo in un tipico agriturismo-masseria vi faremo conoscere il sublime mondo del Caciocavallo Podolico del Gargano. Transfer in hotel, tempo libero e a seguire cena di congedo e saluti.

Boschi del Gargano e necropoli antiche
Ottavo giorno
Rientro a casa

Colazione e transfer per l’aeroporto.

Rientro a casa

Il tour include:

  • Viaggi in autobus per 8 giorni, transfer da/per aeroporto compresi
  • Guida di trekking italiana per 7 giorni
  • Sistemazione in camera doppia per 5 notti in hotel a 5* con trattamento di BB
  • Sistemazione in camera doppia per 2 notti in hotel a 5* con trattamento di BB
  • 7 pranzi in ristoranti tipici, agriturismi e masserie, con prodotti locali ed enogastronomia pugliese autentica
  • Ingresso al Santuario di San Michele Arcangelo, Patrimonio Mondiale dell’Unesco

Non include:

  • Tutto quanto non espressamente citato nella sezione “Il tour include”
  • Transfer extra e altre attività non incluse nell’itinerario

Richiedi info

Nome*

Cognome*

Email*

Cellulare

Nome Tour

Messaggio

Accetto che i dati rilasciati vengano trattati secondo la Privacy Policy del sito.